27 maggio 2015

L'ultimo uomo sulla terra

Anno: 1964
Regia: Roberto Ragona /Sideny Salkow
Titolo orginale: The last man on Heart
Tratto da: Io sono leggenda ( I am Legend) di Richard Matheson, 1954 

Sullo sfondo di una Roma spettrale si svolge la storia dell'ultimo uomo sulla terra. Un virus misterioso contagia gli uomini trasformandoli in vampiri, come quelli delle leggende, vunerabili al sole, timorosi di aglio paletti e specchi.
Nulla sembra arginare quest'epidemia che colpisce l'intera razza umana, ogni uomo cede a questa brama di sangue, a questa vita notturna.  Robert Morgan, unico immune a questo morbo è l'ultimo uomo sulla terra e sprofondato nel turbine della disperazione e dell'alcool giorno dopo giorno ripulisce le strade dai cadaveri e cerca una cura in modo ossessivo e disperato. Ma gli infetti sono organizzati, hanno una loro società e un intelletto che adopereranno nel tentativo di eliminare il loro ultimo nemico, Morgan, il sano , il diverso.

L'ultimo uomo sulla terra è il primo film dal romanzo di Matheson, Io sono leggenda, seguito da Occhi bianchi sul pianeta terra ( Sagal 1971) e Io sono Leggenda ( Lawrence 2007).  Pervaso da una atmosfera di desolazione e solitudine  in film mostra attentamente la tragedia vissuta dal protagonista e la sua ossessione nel trovar una cura alla piaga che attanaglia la razza umana. Lo scenario di Roma, zona Eur, viene trasformato in una terra di nessuno deserta ed arida che rispecchia la psiche del di Morgan. Vincent Price interpreta in maniera magistrale il protagonista anche se rispetto al romanzo la spira di follia ed alcoolismo in cui cade è meno marcata. Un capolavoro d'altri tempi, un must per gli appassionati di Price che per gli amanti del buon cinema.


Curiosità ed Info

  •  Per mostrare meglio la sofferenza del suo personaggio V. Price insistette nel caricare persone vere invece di manichini sulla sua macchina,è per questo che quando raccoglie i cadaveri sembra mostrargli una eccessiva cura.

  • Nilent Hill (2006) In Silent Hill ( 2006 di C. Gans) il cinema sta proiettando una double feature di L'ultimo uomo sulla terra e di Occhi bianchi sul pianeta terra con Charlton Heston entrrambi tratti dal romanzo di Matheson. 





13 settembre 2014

The amazing Screw-on Head

Regia:  Chris Prynoski
Anno: 2006
Basato su: Lo stupefacente testa a vite, Mike Mignola 2002

Nel periodo della Guerra Civile il destino dell'America grava spesso sulle spalle di un insolito agente segreto, Testa a Vite, un robot al servizio di Lincoln che difende il paese da varie minacce, una su tutte l'Imperatore Zombie.

Testa a vite è il pilot di una serie basata sul fumetto omonimo di Mignola che doveva esser trasmesso su scifi.com ma purtroppo lo show non è stato promosso a serie regolare e noi ci siam ritrovati con questo mini-film di una ventina di minuti. 
Ora, sarà perchè amo Mignola, sarà perché le storie con robot, zombie, antiche entità e assurdità varie le reputo il meglio del meglio ma ho adorato questo "corto". Lo stile grafico di Mignola è quanto di più perfetto in una storia horror/sci-fi condita con humor ed un briciolo di non-sense e qui è stata raggiunta la perfezione. Lo show è divertente e gustoso, ci son le scazzottate fra mostri e tante esseri assurdi e grotteschi, oltretutto i personaggi vengono introdotti con un accenno al loro passato che incuriosisce e ti fa venir voglia di sapere cosa è gli successo prima e sopratutto cosa gli accadrà dopo. Purtroppo la serie non è stata prodotta, il che è un vero peccato perché sarebbe divenuta un cult in pochissimo tempo, io mi son accontentato di quei venti minuti gustandomeli appieno, certo se Mignola ne farà una serie a fumetti o animata sarei contentissimo, ma anche così non mi lamento.





8 settembre 2014

Gruesome

Anno: 2006
Regia: Crook Brothers
Titolo originale: Salvage


Claire lavora come commessa in un minimarket. Una sera dopo lavoro mentre aspetta che il suo ragazzo la passi a prendere incontra Duke, il quale afferma di venir per conto del suo ragazzo che lo ha mandato a darle un passaggio. Quando finalmente arriva a casa la ragazza subisce però un aggressione da Duke e rimane uccisa, solo per svegliarsi nuovamente nel negozio dove lavora. Da quel momento strani avvenimenti iniziano a susseguirsi ogni volta che viene aggredita da quell'uomo per poi svegliarsi come se nulla fosse accaduto.


Gruesome non è un film di facile visione, vuoi per la scarsa fattura vuoi per la poca abilità degli interpreti. Ma sorvolando sulla realizzazione, dopotutto si tratta sempre di un film a basso costo, quello che non convince affatto è la trama. La partenza non è male, si mostra come un un thriller psicologico lasciando dubbi se la protagonista abbia disturbi mentali o davvero viva le esperienze irreali mostrate nel film. Purtroppo la trama diventa sempre più confusa, in un vano tentativo di creare suspense e coinvolgere lo spettatore, rendendo invece la storia inutilmente contorta e noiosa.  Se già il film non è il massimo il colpo di grazia arriva col finale, probabilmente il regista voleva dare un twist finale ad effetto spiazzando il pubblico. E ci riesce, visto che non c'entra assolutamente nulla col resto del film. Noioso ed evitabile.




4 settembre 2014

Juan de los Muertos

Anno: 2011
Regia: Alejandro Brugues
Titolo italiano: Il cacciatore di zombie

Juan vive a cuba, reduce dell'Angola e delle varie crisi cubane, si "guadagna" da vivere insieme a Lazaro e al figlio del suo amico California, fra truffe, furti ed impicci vari. Quando i morti iniziano a vagare per le strade, Juan e i suoi amici decidono di sfruttar la situazione uccidendo zombie a pagamento con lo slogan: Riammazziamo i tuoi cari.


Di film con i zombie ne abbiamo visti a bizzeffe, ora che vanno anche di moda per nostra fortuna o sfortuna ce ne sono anche di più, ma Juan of the Dead è altro. Fortemente influenzato ( e si vede) da Shaun of the dead, da noi L'alba dei morti dementi, il film si focalizza maggiormente sul fattore umano che sulla tematica morti-resuscitati-mangia-cervelli, a farla da padrone più che l'horror è infatti la vena grottesca del film che nonostante le situazioni assurde che ci presenta, dalle uccisioni dei non-morti alle reazioni dei protagonisti di fronte ad essi, non scade mai nel banale o nel troppo stupido per esser divertente, mostrando inoltre vari omaggi a vari cult del genere. Il punto di forza maggiore del film è infatti la capacità di non prendersi troppo sul serio, basti vedere i protagonisti. Inoltre nonostante sia un film a basso costo gode di una fotografia stupenda e di scelte impeccabili sul fattore delle scene, basti vedere il ballo/lotta tra Juan e La Chinao la scena subacquea. Un film godibilissimo sia che si voglia veder qualcosa di rilassante, sia che si voglia veder qualcosa di bello ed originale. Da vedere assolutamente e non perdetevi i credits del film, realizzati come una graphic novel animata!









2 agosto 2014

I Puffi e l'horror.




Nel 2006 in occasione della festa di Halloween usci un set a tema horrorifico dei puffi.
Composto da: la Mummia, il Mostro di Frankenstein, il Fantasma, il Vampiro, Il Licantropo, un Testa di Zucca, la Strega e la Morte.
I modelli sono realizzati in maniera ottima e il prezzo ragionevole, sono facilmente reperibili in rete sia sfusi che in sete. Se siete fortunati potreste trovarli anche in qualche negozio, come è successo a me col licantropo!
Buona ricerca e che lo spirito di Halloween sia con voi!